05 Marzo 2018
dal Mondo

I sogni EV di Dyson sono alimentati dalla crescita dei ricavi in Asia.

Dyson, meglio conosciuto come produttore di aspirapolveri, asciugamani e filtri dell'aria, ha registrato un'impennata delle entrate trainata dalla domanda proveniente dall'Asia, in quanto l'azienda si è impegnata a costruire un'auto elettrica entro il 2020.

Il fondatore James Dyson ha detto che la società britannica ha visto il suo "centro di gravità" inclinarsi verso l'Asia, che lo scorso anno ha generato quasi tre quarti della crescita dei ricavi.

I ricavi sono aumentati del 40% a 3,5 miliardi di sterline ($ 4,8 miliardi) nel 2017, mentre gli utili prima di interessi, tasse e ammortamenti sono aumentati del 27% a 801 milioni di sterline rispetto all'anno precedente.

La continua crescita contribuirà a finanziare l'offerta dell'azienda di costruire l'EV entro il 2020. Dyson ha rivelato i piani a settembre di investire inizialmente 1 miliardo di sterline per sviluppare il progetto. La società si era già impegnata a spendere la stessa somma su batterie a stato solido, con Dyson che si aspettava un aumento delle spese complessive.

Dyson ha rifiutato di commentare qualsiasi dettaglio dell'auto, ma ha suggerito che coinvolgerà una gamma di tecnologie autonome, come la fotocamera a 360 gradi dell'azienda attualmente utilizzata nel suo aspirapolvere.

"Stiamo cercando di creare prodotti che facciano ciò che fanno automaticamente", ha detto, aggiungendo che voleva accelerare la velocità con cui i prodotti dell'azienda sono autonomi, ad esempio eliminando la necessità di accenderli o spegnerli manualmente.

La società deve ancora decidere dove fabbricare il veicolo, considerando le posizioni nel Regno Unito e in Asia.

Nel corso dell'ultimo anno, il numero di dipendenti Dyson che lavorano sulla tecnologia delle batterie allo stato solido è raddoppiato e l'azienda sta cercando di riempire più di 300 posti vacanti per lavorare sul nuovo veicolo.

La società ha anche spostato la propria esperienza, ora assumendo più dipendenti con competenze software rispetto alla sua tradizionale attenzione per l'hardware, ha detto Dyson. Una particolare area di enfasi è quella con un background nell'intelligenza artificiale, tuttavia trovare persone con competenze sufficienti nel campo "è un grosso problema", ha affermato.

Mentre gran parte dell'attenzione su Dyson lo scorso anno si è concentrata sull'auto, la società ha lanciato nuove versioni del suo aspirapolvere cordless e sta pianificando di annunciare un nuovo prodotto la prossima settimana.

Gran parte del successo di Dyson in Asia è arrivato dalla sua gamma di depuratori d'aria. A gennaio, ha annunciato una partnership con un gruppo di standard cinesi, e ha osservato nei suoi risultati del 2017 che Shanghai è la città dove sono stati venduti più depuratori.

La società ha detto che Jim Rowan, il nuovo CEO assunto in ottobre dopo la partenza dell'ex capo Max Conze, è ora di base stabile a Singapore.