03 Aprile 2017
dal Mondo

Apple conferma il lavoro con Bosch, altri indizi sul programma di auto-guida.

Apple potrebbe aver lasciato un altro indizio che il suo progetto di auto-guida è ancora vivo.

Nel mese di febbraio, il gigante tecnologico ha pubblicato un elenco dei fornitori che sta lavorando con loro, tra cui Robert Bosch. Nell'elenco di Apple l'ufficio di Bosch è a Reutlingen, in Germania, che ospita la divisione elettronica del fornitore automobilistico.

Un portavoce di Apple ha rifiutato di commentare il rapporto. Un portavoce Bosch ha confermato che l'azienda stava lavorando con Apple come fornitore, ma ha rifiutato di commentare le specifiche del rapporto.

A dire il vero, l'ufficio di Reutlingen gestisce anche elettronica non automotive, come ad esempio i sensori per i dispositivi di elettronica di consumo, secondo il sito web della società. Tuttavia, molti dei prodotti sviluppati nella divisione sono correlati all'automotive, compresi i componenti per sensori veicoli e centraline elettroniche, quali sistemi di frenatura potenza, sterzo e altri veicoli.

Il rapporto di Apple con Bosch segue il commento pubblico della compagnia sulle linee guida di veicoli autonomi negli Stati Uniti, la National Highway Traffic Safety.

“L'azienda sta investendo pesantemente nello studio di macchine learning e l'automazione, ed è entusiasta del potenziale dei sistemi automatizzati in molti settori, compreso il trasporto”.

Il commento, scritto da Steve Kenner, che ha lasciato, due anni fa, la sua posizione di direttore dell'ufficio sicurezza automobilistica in Ford Motor Co., è a testa dell'unità integrità del prodotto di Apple, ha riacceso la speculazione su aspirazioni automobilistiche di Apple dopo che la società ha riferito di aver licenziato molti degli ingegneri che lavoravano sul progetto dell'auto.