31 Ottobre 2016
Europa

A3 e Q4 in ritardo per lo scandalo emissioni.

I lanci dei nuovi modelli A3 e Q4 Audi hanno subito gravi ritardi perché gli ingegneri del marchio sono occupati ad aggiornare i software dei veicoli manipolati, ha riferito una rivista.

"Siamo indietro nella pianificazione della fase successiva dei veicoli basati sull'architettura MQB," auto motor und sport ha citato una fonte della società.

La vettura compatta A3 di nuova generazione sarà pronta alla fine del 2019 e l'ultima aggiunta alla gamma SUV del marchio, non arriverà fino prima del 2021.

Audi non ha confermato o negato il rapporto. "Noi non commentiamo speculazioni su modelli futuri e le loro date di lancio", ha detto un portavoce di Audi Automotive News Europe.

I ritardi dell'A3 e Q4 sono sorti perché Audi prevede di offrire modelli con nuovi propulsori a benzina e diesel che sono in ritardo perché gli ingegneri hanno dovuto concentrarsi sulle correzioni dei motori truccati dello scandalo diesel del Gruppo Volkswagen, che ha colpito 11 milioni di automobili a livello globale.

Audi punta a conquistare nuovi clienti per il marchio con Q4, che è stato presentato in anteprima come concept di fuoristrada della TT al salone dell'auto di Pechino 2014. Il concept ha mescolato elementi di design da crossover Q3 più piccolo con la forma di un coupé della sportiva TT.

La A3 è il best-seller di Audi in Europa, con un fatturato di 146.828 nei mercati dell'UE e dell'EFTA a settembre, in calo del 4,3%, secondo i ricercatori di mercato della JATO Dynamics.

Il capo di sviluppo di Audi Stefan Knirsch ha lasciato la casa automobilistica dopo una verifica che dimostrava di essere a conoscenza della manipolazione dei motori diesel presso l'azienda. Knirsch aveva sostituito Ulrich Hackenberg, già sostituito nella gestione dopo lo scoppio dello scandalo.