04 Luglio 2016
dal Mondo

VW afferma che non ci sarĂ  un risarcimento in Europa come negli Stati Uniti.

Il CEO di Volkswagen ha respinto le richieste alla casa automobilistica di compensare i clienti in Europa per lo scandalo sulle emissioni diesel come negli Stati Uniti dove sonon stati stanziati 15 miliardi di dollari, afferma un giornale tedesco che una soluzione simile sarebbe inopportuno e insostenibile.

Il Commissario europeo dell'Industria, Elzbieta Bienkowska, la scorsa settimana ha invitato Volkswagen a compensare anche i proprietari europei di vetture alimentate a gasolio, dicendo che sarebbe ingiusto per loro essere trattati in modo diverso dai clienti statunitensi solo a causa di un sistema giuridico diverso.

"Abbiamo una situazione diversa qui in Europa," Matthias Mueller ha anche detto che VW era su una base finanziaria solida, per cui replicando l'accordo degli Stati Uniti in Europa sarebbe difficile per VW far fronte finanziariamente a questa operazione.

"Non c'è bisogno di essere un matematico per capire che una compensazione arbitraria a questi livelli diventerebbe un grosso problema per Volkswagen", ha detto Mueller che dice di aver parlato questa settimana con la Bienkowska a Bruxelles delle sue opinioni.

"Negli Stati Uniti le emissioni dei limiti sono più severe, il che rende la soluzione più complicata”. E poi ha aggiunto che le autorità statunitensi pretendono che vengano riacquistate il maggior numero di vetture, e allora VW ha anche offerto ai clienti degli incentivi, vale a dire che la situazione non è paragonabile in Germania.