09 Maggio 2016
Europa

Volvo prevede di raccogliere 500 milioni di euro dal suo primo prestito obbligazionario.

Volvo Car Group si propone di raccogliere 500 milioni di euro (571 milioni di dollari) attraverso l'emissione del primo corporate bond nella sua storia di 89 anni.

La società con sede in Svezia, acquistata dalla cinese Zhejiang Geely Holding dalla Ford Motor Co. nel 2010, ha detto di voler iniziare dal 9 maggio un roadshow per i potenziali investitori.

"I proventi del prestito obbligazionario verranno utilizzati per scopi aziendali generali e aumentare la flessibilità finanziaria della società e diversificare le sue fonti di finanziamento", ha detto Volvo in una dichiarazione

La società ha oscillato con un profitto nel primo trimestre, aiutata dai nuovi esclusivi modelli visti come una chiave nel suo tentativo di ritagliarsi una nicchia nel mercato delle auto premiun.

Il risultato operativo è salito a 3,1 miliardi di corone svedesi (382 milioni di $), a fronte di una perdita di 11 milioni dello stesso trimestre dello scorso anno. Il margine di profitto della società nel trimestre è stata del 7,5% rispetto allo 0% nello stesso periodo dello scorso anno.

Volvo, un piccolo costruttore rispetto a Daimler Mercedes-Benz e BMW, ha detto che deve aumentare la redditività al livello di case automobilistiche premium rivali nei prossimi anni, la visualizzazione di un margine operativo di circa l'8% come punto di riferimento.

L'azienda, una delle più grandi della Svezia per vendite e numero di dipendenti, punta su un piano di investimenti di 75 miliardi di corone in nuovi modelli e telai per assicurare un punto fermo in un mercato premium in cui aveva lottato per farsi strada sotto l'egida della Ford.