26 Aprile 2016
dal Mondo

VW passa Toyota Blocchi di produzione in Toyota, fanno passare VW dopo quattro anni di regno nelle vendite.

Volkswagen Group sorpassa nelle consegne globali Toyota Motor Corp. nel primo trimestre, causa una serie di fermi di produzione nelle sedi giapponesi dopo quattro anni di regno in cima alle classifiche del settore auto.

Le vendite a livello mondiale di Toyota è sceso del 2,3% pari a 2,46 milioni di veicoli nel periodo gennaio/marzo, ha detto il portavoce Kayo Doi. Volkswagen ha detto all'inizio di questo mese che le consegne sono aumentate dello 0,8% a 2,5 milioni, mentre le vendite di General Motors Co. è sceso del 2,5% a 2,36 milioni.

Già handicappata da una settimana di interruzione negli impianti nazionali di assemblaggio nel mese di febbraio, Toyota prevede di perdere l'uscita di altri 80.000 veicoli da arresti causati dai devastanti terremoti del Giappone da marzo 2011.

La mancata produzione metterà alla prova la capacità di Toyota di estendere a cinque anni la sua striscia come fabbricante automobilistico più venduto al mondo, con una crescita in Cina e in Europa dove Volkswagen è in mezzo alla peggiore crisi della sua storia. "Questo ha avuto un impatto in più parti, nei modelli e pianificazioni," Hiroji Onishi, uno dei capi gestione in Toyota ha detto ai giornalisti domenica a Pechino, in vista della più grande fiera automobilistica cinese. "Ogni sforzo è stato fatto ora è il momento di prendere la situazione attuale e costruire il piano di recupero."

Volkswagen ha incrementato le consegne del 6,4% in Cina e il 3,5% in Europa occidentale durante i primi tre mesi, stimolata dalla sua seconda vittoria trimestrale sopra Toyota nel corso dell'anno passato. Eppure, i 16,2 miliardi di euro (18,2 miliardi), che la società ha messo da parte per coprire i costi dello scandalo sulle emissioni-truffa ha sancito il sorpasso su Toyota pari a zero.

Più attenzione è stata rivolta al rispetto degli automobilisti con gli standard di risparmio di carburante e di emissioni, piuttosto che i risultati di vendita, sulla scia dell'ammissione di colpevolezza dal mese di settembre negli Stati Uniti.
Mitsubishi Motors Corp. ha detto la scorsa settimana che sono stati manipolati i dati dei test e sopravvalutato il risparmio di carburante delle minicar in Giappone.

Daimler ha studiato il processo di certificazione delle emissioni delle sue vetture a seguito di una richiesta da parte del Dipartimento statunitense della Giustizia, mentre gli investigatori hanno incolpato di frode il costruttore francese PSA Group.

Toyota ha iniziato ad avviare lunedi le linee di assemblaggio fermata dopo i terremoti sull'isola di Kyushu nel sud del Giappone, aumentando la ripresa nelle fasi già da giovedi, secondo un comunicato del 20 aprile.
Le interruzioni di febbraio ldovute ad una esplosione con incendio in un impianto gestito da affiliati Aichi Steel Corp., hanno interrotto le catene del motore, trasmissione e fornitura di componenti del telaio, facendo calare la produzione del 17% pari a 298,839 veicoli.