04 Agosto 2015
dal Mondo

Alfa Romeo completa il lavoro di preparazione sul nuovo SUV.

Alfa Romeo ha terminato il lavoro di preparazione sul suo primo SUV e il modello è sulla buona strada per essere lanciato il prossimo anno.

Sergio Marchionne, Amministratore Delegato di Automobili Alfa / Fiat Chrysler, ha detto che il secondo nuovo modello del marchio sportivo dopo la berlina media Giulia andrà in produzione alla fine del primo semestre o all'inizio della seconda metà del 2016.

"Tutto il lavoro di preparazione" in connessione con il lancio del secondo modello Alfa è fatto, ha detto Marchionne agli analisti in una conference call, discutendo i risultati del secondo trimestre di Fiat Chrysler. "Il piano di Alfa sta procedendo come vi abbiamo già detto che andrà".

Marchionne non ha detto su una domanda che tipo di veicolo sarà il secondo modello, ma le fonti dei fornitori dicono che sarà un SUV di medie dimensioni, nome in codice di progetto 949, che sarà un rivale per la Audi Q5 e BMW X3.

Il SUV sarà basato sulla berlina Giulia e il suo lancio in Europa probabilmente sarà a settembre/ ottobre 2016 con un lancio statunitense dopo circa tre mesi.

Marchionne ha detto che l'Alfa ha già speso quasi 2 miliardi di euro dei 5 miliardi di euro stanziati da Fiat Chrysler per la rinascita del marchio. Il denaro è stato utilizzato per sviluppare la piattaforma Giorgio, a trazione posteriore utilizzato dalla Giulia, così come i suoi propulsori e sui costi di avvio della produzione.
Alfa ha presentato il concetto di SUV compatto Kamal nel 2003, ma mai costruita. Primo SUV del marchio sarà ora un modello di medie dimensioni.

Richard Palmer, Fiat Chrysler Chief Financial Officer, ha confermato che la Giulia entrerà in produzione nel quarto trimestre. La berlina è stata svelata a giornalisti selezionati nel mese di giugno e avrà il suo debutto pubblico al salone di Francoforte nel mese prossimo.

Per la rivale BMW Serie 3 è previsto l'arrivo nelle concessionarie europee nel mese di febbraio e marzo del prossimo anno e negli Stati Uniti pochi mesi dopo. La Giulia offrirà motori ad alte prestazioni, tra cui un derivato del Ferrari V-6. Alfa prevede di aggiungere una Giulia coupé e altre varianti tra il 2017 e il 2018.

Marchionne ha detto he il telaio Giorgio di architettura Alfa, potrebbe essere utilizzato per altri modelli a trazione posteriore all'interno di Fiat Chrysler. Lui non ha specificato quali marche ma Chrysler e Dodge sono le probabili candidate.

Non ha offerto altri dettagli agli analisti sul calendario di offensiva del prodotto di Alfa, ma ha detto che spera di avere un parere definitivo entro la fine di quest'anno. "Stiamo prendendo un aspetto molto duro al sequenziamento dei prodotti che stiamo lanciando per assicurarsi che si ottenga il più grande bang per il dollaro dall'utilizzo dell'architettura Alfa, in termini di volumi", ha detto.

I futuri lanci di prodotti Alfa includeranno una ammiraglia, una berlina di grandi dimensioni per competere con la serie 5 BMW e A6 Audi. La berlina entrerà in produzione alla fine del 2017, hanno detto fonti dei fornitori. Un SUV più grande e due modelli compatti per sostituire la Giulietta sono confermati entro il 2018.

In totale, il piano industriale di Alfa comprende otto auto per aiutare la crescita del marchio di nicchia in vendite globali annuali di 400.000 entro il 2018 da meno di 70.000 dell'anno scorso. Alfa vende attualmente solo due modelli di volume, l'utilitaria Giulietta e MiTo, principalmente in Europa e nel mondo due varianti della piccola produzione della 4C.