23 Marzo 2015

Virgin, l'impero di Richard Branson รจ attrezzato per affrontare Tesla?

Richard Branson ha utilizzato il suo marchio Virgin su treni, aerei, veicoli spaziali, e presto sulle navi da crociera.

Saranno macchine le prossime novità?


Branson è un miliardario che pubblicizza e ama le cose veloci.

Questa settimana è stato a Miami, dove la sua squadra Virgin Racing ha gareggiato nel campionato di Formula E. Si tratta di uno spin-off della Formula 1 che dispone di auto da corsa a batteria in grado di andare da zero a 60 miglia all'ora in tre secondi.
Bloomberg TV ha rintracciato Branson giù nel garage del Team Virgin Racing a Miami e pronunciato la domanda:

Dove arriverà Virgin seguendo questa strada?
"Abbiamo un team di persone che lavorano sulle auto elettriche", ha detto Branson. "Così non si sa mai, potreste trovare Virgin in competizione con la Tesla nel settore auto come facciamo nel settore spazio. Vedremo cosa succede."


Formula E è il primo evento di corsa con vetture completamente elettriche a livello internazionale del mondo. Il suo scopo è quello di spingere i limiti della tecnologia-auto elettriche in gare da Pechino a Monte Carlo. Le vetture sono praticamente mute, almeno rispetto al rombo della Formula 1. Ma mentre sono velocissime alla partenza o nelle accelerazioni, in questo momento arrivano al max a 160 miglia all'ora.


Branson non è l'unico a flirtare con le auto elettriche.

Apple ha lavorato in segreto su un veicolo elettrico, che potrebbe essere pronto per la produzione già nel 2020. Google sta costruendo quella che si guida senza conducente.

E quasi tutti i principali carmaker dispone o di un veicolo elettrico in produzione o sta lavorando su un progetto.
Ma proprio come Elon Musk ha condotto la gara nello spazio privato, è la sua Tesla che sta definendo lo standard per l'innovazione dei veicoli elettrici. Anche Branson ammette: "Tesla è molto bella come una qualsiasi altra macchina sulla strada oggi."