11 Agosto 2014
Europa

Le vendite di auto russe quest'anno, potrebbero del 12% dice PwC.

Le vendite di auto nuove russe dovrebbero scendere tra l'8 e il 12% quest'anno, ha detto PricewaterhouseCoopers.

Si tratta di un forte declassamento della sua previsione, fatta lo scorso gennaio, di un calo del 3&. L'ultima previsione riflette il forte rallentamento economico della Russia e la svalutazione del rublo.

PwC prevede che le vendite di nuove auto in Russia passeranno da ca.2.3 a 2.4 milioni di veicoli, ha detto ai giornalisti Sergei Litvinenko, un senior manager della pratica automobilistica della ditta in Russia.

L'anno scorso le vendite sono scese dal 5,5% a 2,6 milioni e le entrate dell'industria automobilistica sono scese del 3% a 69 miliardi dollari. Nel primo semestre, le vendite sono diminuite del 7% a 1,2 milioni di unità e in termini di valore il mercato è diminuito del 3% a 31,5 miliardi dollari.

Le minori vendite erano dovute a una serie di fattori, tra cui l'incertezza legata alla crisi Ucraina e il rublo debole. Il rublo debole spinge i prezzi delle auto in alto anche perchè anche i veicoli prodotti in Russia, in genere, hanno molte parti importate e poi, l'aumento dei tassi di interesse sui prestiti auto ha abbassato la domanda.

Litvinenko ha detto che il mercato si aspettava di recuperare fino al livello del 2012 nei prossimi due o tre anni e, di crescere di circa dal 3 al 3,5% l'anno successivo.

L'associazione con sede a Mosca delle imprese europee (AEB) ha anche tagliato l'outlook per il mercato. Il mese scorso ha previsto un calo del 12% nelle vendite di unità quest'anno, rispetto alla precedente previsione di un calo del 1,6%.