20 Agosto 2018
Europa

L'Italia muove i primi passi con i piani di auto-guida.

L'Italia ha approvato la sua prima legge che regola le prove sui veicoli autonomi il 28 febbraio. Le prove saranno consentite su "strade specifiche", a condizione che l'operatore stradale lo autorizzi.

Inoltre, un "supervisore" dovrà essere in grado di riprendere il controllo dell'auto in qualsiasi momento. La legge definisce "veicolo con guida automatizzata" come un'auto in grado di guidare se stessa "su strade prestabilite e su determinate condizioni esterne".

Automobili o centri di ricerca dovranno dichiarare che "le tecnologie in prova sono mature con riferimento alle strade per le quali è richiesta l'autorizzazione". Il veicolo dovrà essere preventivamente omologato nella sua versione "normale". I test devono essere autorizzati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti italiano.

Dopo l'approvazione delle nuove regole, la città di Torino, la città natale di Fiat, ha firmato un memorandum d'intesa con Fiat Chrysler Automobiles, il centro motori R & d di Torino della General Motors, l'unità di design e ingegneria Italdesign del Gruppo Volkswagen, le università locali, le telecomunicazioni e una compagnia di assicurazione per avviare i test delle auto autonome di livello 3.

Paola Pisano, membro del consiglio comunale di Torino, ha affermato che i partner per la memoria potrebbero presentare una domanda già in estate. Pisano ha detto che spera che i test possano iniziare entro la fine di quest'anno.

FCA sta anche collaborando negli Stati Uniti con Waymo, la società che segue il programma di guida autonoma cacciata da Google. FCA ha un accordo per la fornitura di 62.000 minivan Chrysler Pacifica a Waymo per la sua flotta autonoma. Alcune sono state esposte il 1 giugno a Balocco, in Italia, su un terreno di prova della FCA.

Finora, pochi test erano stati eseguiti in Italia. L'attore principale è stato VisLab, uno spinoff dell'Università di Parma che ora fa parte di Ambarella, una società quotata al Nasdaq con sede in California. VisLab, che è specializzato in computer vision e sistemi di controllo automobilistico intelligente, ha condotto principalmente test nella sua città natale di Parma, grazie a un'autorizzazione locale.