11 Giugno 2018

Una supercar Lamborghini alimentata a batterie? Sempre in attesa.

Lamborghini prevede di lanciare una versione ibrida plug-in del SUV Urus nei prossimi 18 mesi. Ma una supercar completamente alimentata a batteria?

Forse mai, ha dichiarato il direttore tecnico Lamborghini, Maurizio Reggiani, mercoledì al salone Automotive News Europe.

"Il nostro obiettivo è fornire un'auto super sportiva, e queste specifiche non esistono con un pacco batterie in termini di energia e potenza", ha detto Reggiani.

Un pacco batterie adatto per una supercar Lamborghini dovrebbe fornire più di 300 km / h (186 miglia / h) di velocità massima ed essere in grado di fare tre giri completi del circuito di Nuerburgring in Germania.

Il dipartimento di ricerca e sviluppo Lamborghini sta lavorando con il Massachusetts Institute of Technology in una partnership di tre anni per sviluppare una batteria con le caratteristiche ad alte prestazioni necessarie per un'auto supersportiva, come un migliore accumulo di energia. Dopo che i test di laboratorio saranno terminati nel 2019, Lamborghini "potrà iniziare a pensare a cosa sarebbe questo tipo di macchina", ha dichiarato Reggiani.

Nel 2017, l'anno in cui la società ha annunciato la partnership, Lamborghini e il MIT hanno presentato un concetto di supercar elettrico chiamato Terzo Millennio, con il MIT definendolo "l'auto elettrica del futuro".

Poi c'è un altro problema: il suono, che è "l'altro punto fondamentale che stiamo guardando", ha detto Reggiani.

I motori elettrici semplicemente non offrono vibrazioni e suoni che rendono la guida di un'automobile ad alte prestazioni un'esperienza così eccitante, ha affermato.

"Una super sportiva è un'emozione", ha dichiarato Reggiani. "Deve essere percepibile in base all'accelerazione, l'emozione che l'auto deve darti."

Lamborghini sta facendo test per misurare la reazione delle persone quando percepiscono i suoni del motore, l'ibrido di Urus sarà la prima incursione di Lamborghini nel mercato delle auto elettrificate e avrà un motore da Porsche, Reggiani ha detto ai giornalisti ad aprile.

Entrambe le società sono di proprietà del Gruppo Volkswagen.