11 Giugno 2018
Europa

La prima competitor della Tesla da 600 hp è della Porsche, si chiamerà Taycan.

La prima auto sportiva completamente elettrica di Porsche non scenderà in strada fino al prossimo anno, ma il concetto di Mission E ora ha un nome legale: Taycan.

Porsche ha presentato venerdì il nome ufficiale della sua vettura elettrica che si confronterà con la Tesla's Model S, in una cerimonia in Europa che segnerà i 70 anni delle vetture sportive Porsche.

Taycan, approssimativamente tradotto come "vivace giovane cavallo", fa riferimento all'immaginario nel cuore dello stemma Porsche, che presenta un cavallo che salta.

"La nostra nuova auto sportiva elettrica è forte e affidabile, è un veicolo che può coprire costantemente lunghe distanze e che rappresenta la libertà", ha detto in una nota il capo della Porsche Oliver Blume.

Alimentata da due motori sincroni che generano più di 600 CV, la Taycan può fare da 0 a 100 km / h (62 mph) in meno di 3,5 secondi, con un raggio d'azione di oltre 500 km (310 miglia) con una singola carica nell'ambito dei test NEDC.

La nuova vettura è stata soprannominata "Tesla-slayer" da alcuni giornalisti del settore automobilistico. Porsche, comprensibilmente, preferisce allontanarsi da una tale analogia.

La Taycan "deve essere prima una Porsche", ha detto al New York Times Stefan Weckbach, vice presidente del programma Porsche per veicoli elettrici a batteria. "Deve avere prestazioni ripetibili e sostenute, non può sacrificare le prestazioni."

Con la Taycan inizia una più ampia strategia di elettrificazione in Porsche. Le auto completamente elettriche e ibride-elettriche rappresenteranno il 25% delle vendite entro il 2025, ha detto la casa automobilistica.

Porsche raddoppierà le spese per l'elettrificazione di veicoli a oltre 6 miliardi di euro (7,4 miliardi di dollari) entro il 2022 da 3,7 miliardi di dollari. Circa $ 612 milioni dell'investimento saranno utilizzati per sviluppare varianti della macchina sportiva alimentata a batterie della Mission E, secondo quanto riferito da Automotive News a febbraio.