05 Febbraio 2018

L'utile della Suzuki vola con il 68% di vendite in India.

Suzuki Motor ha dichiarato che il suo utile operativo è aumentato del 68% nell'ultimo trimestre a causa delle forti vendite di automobili e motocicli in India, il suo mercato più grande, oltre che della crescita in Europa e a casa sua, in Giappone.

L'utile operativo è stato di 86,9 miliardi di yen ($ 790,36 milioni) in ottobre-dicembre, salendo da 51 a 85 miliardi di yen dall'anno prima.

Suzuki ha mantenuto le sue previsioni per l'utile operativo per l'intero anno a 300 miliardi di yen, con un aumento del 33,3% sull'anno, basato sull'ipotesi che lo yen si scambierà intorno ai 111 yen per il dollaro USA e intorno a 1,70 yen per la Rupee indiana.

Suzuki ha detto che le sue vendite di veicoli globali sono aumentate del 9,3% in ottobre-dicembre, mentre la domanda ha continuato a crescere in India, Europa e Giappone.

Le vendite di motocicli sono aumentate del 14,2% nel trimestre, trainate dalla forte domanda in India, Cina e altri paesi asiatici.

La casa automobilistica giapponese domina il mercato indiano attraverso la sua partecipazione di maggioranza in Maruti Suzuki India, la più grande casa automobilistica del paese.

Spinta dalle forti vendite in India, Suzuki è stata una delle più ottimistiche sulle prospettive di profitto operativo per l'intero anno tra le case automobilistiche giapponesi, molte delle quali vedono una crescita delle vendite frenata dal rallentamento della domanda negli Stati Uniti, dove Suzuki ha una presenza molto limitata.

Il boom della domanda indiana è stato un forte driver di profitto per Suzuki, ma un rapido inasprimento delle normative nazionali sui veicoli a benzina potrebbe avere un grande impatto sulla casa automobilistica, che genera circa la metà delle sue vendite globali nel paese.

Né Suzuki né Maruti commercializzano EV a batteria singola al momento, ma Suzuki lo scorso anno ha formato una joint venture con Toshiba e Denso per produrre batterie agli ioni di litio per auto in India.

Per ottenere un piede dentro la porta del mercato EV in rapida crescita, Suzuki a novembre ha anche raggiunto un accordo con Toyota, per cooperare nella vendita di veicoli elettrici in India a partire dal 2020.

Le attuali vendite di auto elettriche in India rimangono trascurabili, principalmente a causa dell'elevato costo delle batterie che rendono i veicoli fuori dalla portata di molti acquirenti in un paese in cui le auto possono costare 250.000 rupie (3.868 dollari). Anche la mancanza di stazioni di ricarica rallenterà l'introduzione di veicoli elettrici.