05 Febbraio 2018

FCA taglierà la produzione della Maserati Levante del 60% fino a luglio.

Fiat Chrysler Automobiles ridurrà le ore di lavoro presso lo stabilimento di Mirafiori a Torino, che costruisce principalmente il SUV Maserati Levante di quasi il 60% fino a luglio, secondo quanto riferito dal sindacato FIOM.

L'FCA ha già interrotto la produzione del Levante per diversi giorni l'anno scorso utilizzando i cosiddetti licenziamenti temporanei, in base ai quali i lavoratori sono tenuti a casa per adeguare la produzione alla domanda del mercato. Ora la compagnia ha deciso di sostituire quei licenziamenti temporanei con contratti di solidarietà, in base ai quali tutti i lavoratori accettano di lavorare meno ma nessuno viene licenziato.

FCA costruisce anche il modello MiTo nello stesso stabilimento.

I contratti si tradurranno in un taglio del 59% nelle ore lavorative o in una perdita di un equivalente di 2.080 posti di lavoro, ha detto il sindacato.

FCA ha rifiutato di commentare.

Quando la casa automobilistica ha presentato il suo ultimo impianto di investimento quinquennale nel 2014, l'amministratore delegato Sergio Marchionne ha promesso di garantire la piena occupazione negli stabilimenti italiani entro la fine del 2018. Ma parlando ai giornalisti al salone dell'auto di Detroit il mese scorso, Marchionne ha dichiarato che la società potrebbe aver bisogno di più tempo.

FCA ha realizzato impianti di riattrezzaggio in Italia per produrre un maggior numero di modelli a margine più elevato, come il SUV Maserati, diversi modelli Alfa Romeo o la Jeep Renegade. Il gruppo dovrebbe presentare il suo prossimo piano strategico e gli investimenti per il 2022 il 1 ° giugno.

"Non solo la promessa di piena occupazione entro il 2018 per gli stabilimenti italiani si è rivelata ... illusoria o persino un po 'beffarda, ma è improbabile che ogni nuovo investimento inizi entro settembre, e forse nemmeno entro la fine dell'anno ", ha dichiarato Federico Bellono, segretario generale della FIOM a Torino.