26 Giugno 2017
Europa

La produzione Mercedes potrebbe essere coinvolta dalla controversia interna di EV.

Daimler, nel prossimo mese, potrebbe subire un calo nella produzione di automobili a causa di una disputa sull'assegnazione di un powertrain elettrico tra la gestione e le unioni in un impianto chiave.

Il consiglio di fabbrica di Untertuerkheim in Germania, sede principale di Daimler, si oppone a qualsiasi lavoro straordinario dal 1 luglio se la direzione rifiuta di assegnare ordini per lo sviluppo e la produzione di un motore elettrico all'impianto, ha detto il direttore del consiglio di fabbrica Wolfgang Nieke.

La fabbrica di Untertuerkheim vicino a Stoccarda impiega oltre 19.000 dipendenti che costruiscono motori, trasmissioni e assi per Mercedes.

I lavoratori temono che l'impianto potrebbe perdere ordini in futuro poiché Daimler sta aumentando la spesa per le auto elettriche che necessitano di motori che consistono in meno parti e richiedono meno lavoratori sulla linea di montaggio.

La produzione di trasmissione di Untertuerkheim sarà particolarmente colpita dal passaggio a vetture elettriche.

I gestori di fabbrica vogliono continuare i colloqui con il lavoro in modo costruttivo, ma renderanno conto che non sarà facile risolvere la controversia, ha affermato il capo dell'impianto Frank Deiss, invitando i lavoratori a essere disposti a fare concessioni in quanto la centrale si concentra sui motori a batteria.

Daimler prevede di portare sul mercato più di 10 nuove auto elettriche entro il 2022, con il primo modello, basato sul concetto SUV Generation EQ, che arriverà nel 2019.