09 Gennaio 2017
dal Mondo

FBI arresta un dirigente Volkswagen con l'accusa di frode.

Il Federal Bureau of Investigation ha arrestato un dirigente del Gruppo Volkswagen con l'accusa di cospirazione per defraudare gli Stati Uniti, notizia dal New York Times.

Oliver Schmidt, che ha guidato l'ufficio conformità alle normative della società negli Stati Uniti a partire dal 2014 a marzo 2015, è stato arrestato sabato da investigatori federali in Florida.

Cause intentate contro VW dal New York e gli avvocati dello Stato del Massachusetts General hanno accusato Schmidt di giocare un ruolo importante negli sforzi di VW di nascondere le truffe delle emissioni negli Stati Uniti, dice il giornale. Secondo i procuratori generali, Schmidt e altri funzionari VW hanno ripetutamente citato spiegazioni tecniche false per gli elevati livelli di emissioni dei veicoli della casa automobilistica.

Schmidt dovrebbe essere portato davanti alla corte di Detroit lunedi, dice il giornale.

Schmidt ha seguito Norbert Krause, che era capo dell'ufficio ambientale VW negli Stati Uniti fino al 2009 e che si è ritirato dalla VW nel 2011. Krause ha detto a Reuters che nel 2015 nessuno in Volkswagen of America è stato coinvolto nel processo di ingegneria delle vetture diesel manipolate.

VW ha rifiutato di commentare la notizia dell'arresto riportata. "Volkswagen continua a collaborare con il Dipartimento di Giustizia mentre lavoriamo per risolvere le questioni rimanenti negli Stati Uniti. Non sarebbe opportuno commentare eventuali indagini in corso o per discutere questioni relative al personale", ha detto.

L'FBI non era immediatamente disponibile per un commento.

Alti funzionari VW non sono presenti al Salone dell'auto di Detroit di quest'anno, che si sta svolgendo questa settimana.

La notizia arriva proprio quando VW si sta avvicinando ad un accordo per risolvere le accuse penali e civili oltre la sua truffa diesel negli Stati Uniti, passi fondamentali per muoversi oltre lo scandalo, che ha un costo di miliardi di dollari per la sua reputazione.

La scorsa settimana un tribunale della Corea del Sud ha condannato un esecutivo di unità locale di VW a un anno e sei mesi di reclusione per la realizzazione di documenti sulle emissioni dei test di livello di rumore per ottenere la certificazione di veicoli da importare.