20 Giugno 2016
Europa

Un rapporto dice che un tribunale di appello italiano accetta una class action contro VW.

Un gruppo di consumatori italiani ha detto venerdi che una corte d'appello di Venezia aveva accettato una class action contro il Gruppo Volkswagen per le accuse della casa automobilistica nelle credenziali esagerate per il risparmio di carburante del suo modello Golf.

Altroconsumo ha presentato la class action nel settembre del 2014, molto prima che la Volkswagen fosse inghiottita nello scandalo dei test di emissioni diesel svolte negli Stati Uniti e prima che ammettessero l'anno scorso di sottovalutare il consumo di carburante su 800.000 auto vendute principalmente in Europa.

Il gruppo di consumatori aveva presentato una simile class action contro Fiat Chrysler che è stata respinta da un tribunale di grado inferiore, ma accettato in seguito dopo un appello.

Altroconsumo ha detto che nel 2014 aveva fatto delle prove di laboratorio su una Volkswagen Golf 1.6 TDI, che ha portato le emissioni di CO2 del 50% superiori a quelli dichiarati dal costruttore.

"Le case automobilistiche hanno creato false aspettative nei consumatori, una pratica commerciale veramente ingiusta", ha detto un gruppo di consumatori in un comunicato.

Nella class action era stato chiesto che Volkswagen fosse condannata a pagare circa 500 euro ($ 563) di danni a tutti i possessori del modello testato. La class action è stata presentata in un tribunale di Venezia, il cui bacino di utenza si estende fino alla città di Verona, dove Volkswagen ha la sua sede italiana.