23 Maggio 2016
Europa

Gruppo di investitori tedesco chiede un sulle sonde dello scandalo VW.

L'associazione di investitori tedesca, la DSW, ha chiesto una verifica indipendente delle emissioni dai test della Volkswagen in aggiunta alla sonda interna della casa automobilistica.

La DSW ha chiesto una votazione degli azionisti per un'indagine indipendente ed essere iscritta all'ordine del giorno per la riunione generale annuale di VW il 22 giugno.

VW non era disponibile per un commento.

Nel mese di settembre, la casa automobilistica ha ammesso di aver ingannato i test di emmissione diesel negli Stati Uniti.

"Quando si dispone di una indagine indipendente si può essere certi che i risultati saranno resi pubblici. Con le indagini interne non si sa se tutto ciò è stato reso trasparente", ha detto il portavoce DSW Juergen Kurz.

VW ha mantenuto lo studio legale Jones Day e ha circa 450 esperti interni ed esterni che esaminano i processi, reporting e sistemi di controllo per trovare i responsabili per lo scandalo che ha già costretto VW ad accantonare 16,2 miliardi di euro (18,2 miliardi di dollari) per pagare per lo scandalo.

Ma Kurz ha detto che non vi era alcuna garanzia che i piccoli azionisti avrebbero ricevuto l'accesso a tutti i risultati dello studio Jones Day.

VW ha creato un comitato speciale per i motori diesel guidato da Wolfgang Porsche, capo del clan di famiglia che controlla VW, per investigare lo scandalo.

L'azienda ha rifiutato di commentare in dettaglio i risultati iniziali della investigazione, Jones Day sta intervistando dirigenti e dipendenti coinvolti, perché non ancora completata.

Ha detto che fino ad ora non ci sono prove che la gestione corrente sia stata coinvolta nello scandalo, ma che c'erano carenze di processo sul lato tecnico e cattiva condotta da parte di individui non identificati.

Si è detto che stava riorganizzando i processi e le strutture utilizzate per l'approvazione del software per le unità di controllo del motore più definite e responsabilità vincolanti.

DSW ha riconosciuto che la possibilità di forzare un'indagine indipendente a VW è molto flebile visto che i grandi azionisti della società, famiglie Piech e Porsche, che controllano congiuntamente il 52% dei diritti di voto VW, non possono sostenere la proposta.

Se ciò accadesse, DSW potrebbe provare a vincere un ordine del tribunale per far rispettare un'indagine indipendente, ha detto Kurz.