20 Aprile 2015
dal Mondo

BMW, visto il mercato Cinese che rallenta, abbassa i prezzi e riduce la produzione.

BMW Group ha ridotto alcuni prezzi e taglierà la produzione in Cina per calmare i rivenditori, segno che la domanda del lusso nel più grande mercato automobilistico del mondo sta rallentando.

BMW ha ridimensionato la produzione e diminuito la fornitura per i suoi distributori nel secondo trimestre, secondo Karsten Engel, capo della Cina di BMW, che ha rifiutato di dare dettagli. "Stiamo adattandoci alla nuova situazione per assicurarsi che i rivenditori non diventino saturi," ha affermato Engel in un'intervista al salone dell'auto di Shanghai. "E' un po' di una tendenza al ribasso", ha detto. "Questa è la nuova normalità e dobbiamo accettare questo e adattarsi a questo."

Le case automobilistiche straniere tra cui Ford Motor Co. e Volkswagen Group hanno tagliato i prezzi del 10% nelle ultime settimane, con una crescita di marchi internazionali quasi a zero, secondo Sanford C. Bernstein & Co.

La domanda del mercato del lusso è stato colpito con un piano di austerità e unità anti-corruzione condotto dal presidente cinese Xi Jinping estendendosi nel suo terzo anno.
SUV e vetture compatte saranno le principali aree di crescita in Cina per la casa automobilistica tedesca, ha detto Engel.

Il dirigente ha inoltre aggiunto che la casa automobilistica prevede di vendere in Cina una sola berlina sotto il range della serie 3.